Naturium, un venerdì goloso con i gustosi e nutrienti biscotti alla cannella

Una colazione sana gustosa e adatta a chi segue una dieta ipocalorica o soffre di diabete

Biscotti: gustosi, semplici e nutrienti. Tornano il 6 Dicembre i venerdì culturali di “Naturium”, accompagnati dalle ricette della brava Lucia. Alle 18 in punto, l’appuntamento presso il negozio di montepaone lido, via Nazionale 20, dove verra’ illustrata la ricetta con pochi e semplici ingredienti: farina, olio di riso, sciroppo d’agave, cannella. Ricchi di sostanze nutritive essenziali e poveri di grassi, questi biscotti accompagnano alla perfezione la vostra colazione, e per i più golosi, anche una sana merenda. Questo tipo di colazione sana, infatti, prevede una ricetta bilanciata e ricca di fibre. Accompagniamo i biscotti con frutta fresca, frutta secca, yogurt, marmellate e composte fatte in casa, tè verde, latte e caffè, e godiamoci una colazione (o, perché no, una merenda) sana ed equilibrata. Sara’ un modo per festeggiare inoltre l’importante traguardo raggiunto da Lucia con la pubblicazione sulla prestigiosa rivista “Cosi’ in cucina” di questa ricetta! Ospite della serata Romana Aloisi Presidente Regionale A.D.I. (Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica).  Venerdì ore 18:00 appuntamento da non perdere

Pubblicato in eventi | Lascia un commento

Una riflessione su immigrazione e razzismo: raccogliamo ciò che seminiamo

Le nazioni europee che chiudono i porti continuano a depredare l’Africa

di Giovanni Sgrò*

Un italiano pesantemente insultato da un inglese sul metrò di Londra: “Tornatene nel tuo fottuto paese. Tornatene nella giungla”. A San Siro, durante la partita tra Inter e Napoli, ululati dei tifosi nerazzurri contro i calciatori partenopei. Intanto, il ministro Salvini (che chiede di perdonare gli ultrà interisti) continua a chiudere i porti ai profughi che arrivano dall’Africa. Nonostante ciò, il numero di persone arrivate in Europa via mare nel 2018 è stato pari a 114.941 (report della United Nations Refugee Agency).

Quattro “fotografie” che mi dicono due cose: 1) tutti, anche noi, possiamo essere potenziali vittime di razzismo e discriminazioni; 2) l’esodo di  disperati nel Mediterraneo non si ferma, nonostante gli slogan e i proclami del Governo. Perchè?

Parto dal primo punto. Gli italiani all’estero hanno sempre subito l’umiliazione della xenofobia. Questo però, a quanto pare, non ci ha insegnato niente. Noi stessi siamo capaci di dividerci tra Nord e Sud, tra milanesi e napoletani, ecc. E non solo nello Sport. Una fugace analisi del quadro occupazionale, economico e politico del nostro Paese ci fa capire quante e quali siano le differenze ancora oggi “imposte” ai meridionali per qualità della vita, servizi, infrastrutture e tanto altro. Eppure tutti paghiamo le tasse allo stesso modo, a Bolzano come a Vibo Valentia. Ma qui riceviamo ben poco in cambio. Eppure, non sento porre la questione, in maniera seria, da nessuno. In primis dai nostri parlamentari eletti.

Secondo punto: la cosiddetta “emergenza immigrazione”. Qualche tempo fa ho visitato una grande città commerciale olandese. Ho visto partire e arrivare migliaia e migliaia di container. Con senso di smarrimento (pari allo sgomento che mi ha suscitato la visita al Museo Egizio di Torino, di fronte a quei tesori d’arte depredati e razziati dai colonizzatori europei) ho capito che trasportavano ricchezza. Oro, diamanti, legno, caffé, petrolio, materie prime che arrivavavano dall’Africa. Quello stesso continente che ci rimanda pesantemente indietro il conto, sotto forma di barconi alla deriva, con donne e bambini in fuga dalla miseria. I numeri parlano chiaro: 18 dei 20 Paesi più poveri in tutto il mondo sono africani. Eppure Nigeria, Angola, Algeria e Libia producono, solo loro, gran parte di tutto il greggio a livello globale. Dalla Namibia arriva l’uranio. Da Congo e Sierra Leone  bauxite e manganese. L’estrazione sfrenata di minerali, petrolio e gas sconvolge deserti e foreste.  Amnesty International ha segnalato la presenza di gigantesche miniere con migliaia di schiavi africani, molti dei quali bambini tra i 7 e i 12 anni, che estraggono minerali preziosi in condizioni disperate. A tutt’oggi, dunque, le nazioni del ricco Occidente, inclusa l’Italia, che chiudono i porti ed erigono muri, continuano a depredare le materie prime della stessa Africa, salvo poi gettare a mare chi ci chiede un pezzo di pane e un tetto sulla testa.

Pubblicato in eventi | Lascia un commento

Il progetto culturale “Naturium” diventa argomento di tesi

“Un esempio di comportamenti etici e socialmente responsabili”  | Il progetto culturale “Naturium” diventa anche argomento per una tesi di laurea, nell’ambito di un percorso universitario coronato con successo dalla neo dottoressa Elsa Sgro.

Il progetto “Naturium” è stato preso a modello per definire uno spazio di incontro e confronto all’interno del quale i  comportamenti etici e socialmente responsabili prevalgono sugli obiettivi economico-imprenditoriali. “Ho voluto concentrarmi – ha spiegato Elsa Sgro –  su un progetto che nasce al Sud Italia, e più precisamente in Calabria, con l’obiettivo di promuovere un nuovo concetto di impresa che abbraccia i valori della sostenibilità attraverso formule originali e innovative. La scelta è tesa a dimostrare come in tempi recentissimi la maggiore consapevolezza da parte del consumatore nell’atto di acquisto si sia tradotta in un bisogno di sicurezza che sembra i negozi specializzati, data la forte vicinanza al territorio, sappiano colmare più efficacemente rispetto alla grande distribuzione. Naturium ha fatto della cultura della sostenibilità un asse portante del proprio operato. L’investimento continuo nell’educazione del consumatore, attraverso la competenza del personale, la trasparenza di informazione, e la realizzazione di una serie di iniziative di coinvolgimento all’interno delle strutture dei punti vendita (seminari didattici, incontri con gli esperti, campagne informative di sensibilizzazione), è una dimostrazione concreta dell’impegno assunto per abbattere le problematiche del contesto di riferimento e sensibilizzare sempre di più quest’ultimo, orientandolo verso scelte di acquisto più etiche. Dalle osservazioni dirette sul campo e grazie anche al supporto informativo di Giovanni Sgrò, fondatore del progetto, mi è stato possibile cogliere appieno la dedizione di Naturium nel diffondere la filosofia del rispetto, contribuendo fortemente per una svolta futura, in positivo, del proprio territorio”.

Pubblicato in eventi | Lascia un commento

Sara Papa e l’arte del pane, partecipazione straordinaria ai suoi corsi

Una partecipazione straordinaria alla due giorni della “maestra del pane”, Sara Papa, in Calabria. Una star televisiva che, grazie anche ai suoi canali social, è ormai entrata nel cuore di tantissimi followers e fans, a giudicare dall’eccezionale risposta del suo mini-tour di corsi gratuiti tra le province di Cosenza e Catanzaro.

Un successo merito anche del progetto culturale “Naturium” che ha fortemente creduto in questa iniziativa, promuovendola all’interno di tre importanti realtà commerciali del territorio specificatamente orientate sulla filosofia del cibo sano e naturale. Prima a Cosenza, presso il “NaturaSì”, poi a Rende, presso il “Marconi Più”, infine all’“Urban Market” di Montepaone Lido, Sara Papa ha tenuto dei veri e propri seminari formativi, affiancata da esperti biologi nutrizionisti come nel caso della dottoressa Valentina Mazzuca. Davvero entusiasmante la risposta del pubblico, mentre tanti chef calabresi hanno colto l’occasione per un proficuo momento di confronto professionale sul tema del pane e delle farine.

Sara Papa ha raccontato con passione della sua infanzia, trascorsa in Calabria, nel piccolo borgo vibonese di San Nicola da Crissa, e passata in gran parte ad aiutare la madre a cui deve il suo grande amore per la cucina. Proprio da quella tradizione è nata la sua riscoperta del pane come “prodotto sano”, fatto con “la farina vera e il lievito naturale”. Un pane “non raffinato ma vero” che anche oggi si può fare direttamente in casa propria. Nessun segreto particolare: “L’importante è la scelta degli elementi base”. A cominciare dalla farina che, ha spiegato Sara Papa, “deve essere biologica”.

“Se la farina è scadente, chiaramente si avrà un pane scadente” ha rimarcato, consigliando “farine macinate a pietra, ricche di gusto e facili da lavorare”. Un plauso generale è andato, infine, all’organizzatore, Giovanni Sgrò, per l’ottima riuscita dell’evento.

Pubblicato in eventi | Lascia un commento

30 Anni di EcorNaturaSì

Pubblicato in eventi | Lascia un commento

Ristrutturare e costruire per vivere in un ambiente sano.

L’ultimo VENERDI’ del mese, a partire da Ottobre, un Consulente Tecnico di Ton Gruppe sarà lieto di ricevervi c/o il negozio Naturium di Quattromiglia di Rende dalle 18,00 alle 20,00:

Venite a scoprire i prodotti naturali ed i sistemi costruttivi dell’azienda del Trentino Alto Adige che ha brevettato la CASA MODULARE GEOSANA+ e tante altre soluzioni in vera bioedilizia: rigorosamente senza l’uso di sostanze nocive per la salute, utilizzando esclusivamente materiali sani e naturali quali la Canapa, la Terra Cruda ed il Legno.

MAGGIORI INFORMAZIONI >>

Pubblicato in eventi | Lascia un commento

Naturium su Instagram

Da oggi Naturium è su Instagram con la sua nuova pagina ” Naturium_Cibo_e_Natura”. Seguiteci per scoprire tutti gli eventi e le iniziative e le novità sui nostri prodotti  Naturium, Natura Si, Cuore Bio.

https://www.instagram.com/naturium_cibo_e_natura/

Pubblicato in eventi | Lascia un commento